tipologia: ospedaliero

localitá: Torino

anno completamento: 2010

L’Architettura è mettere un accento dolce su ogni restrizione

Il progetto prevedeva la realizzazione di un nuovo piano interrato presso il padiglione universitario di Anestesiologia Rianimazione e Medicina Nucleare . Detti locali  sono destinati ad ospitare attività di medicina nucleare con l’ implementazione di N° 1 CICLOTRONE + LABORATORIO RADIOCHIMICA + LABORATORIO RADIOFARMACIA GMP .

Tutto il laboratorio di produzione, compreso il locale vestibolo sono trattati dalla unità TECNAIR per quanto riguarda le caratteristiche di controllo temperatura, umidità e portata aria. All’interno di tutti i locali componenti l’officina di produzione FDG, la diffusione è ottenuta con terminali a filtro assoluto H14 specifici per clean rooms

Per quanto riguarda il controllo delle depressioni è presente un sistema computerizzato di fabbricazione TROX (Labcontrol) con monitoraggio continuo della situazione depressioni e report su richiesta.

Gli ingressi dei laboratori GMP saranno tutti muniti di accesso controllato, consentendo in questo modo il controllo degli accessi verso i locali che il futuro titolare dell’Officina GMP intenderà utilizzare per stoccare prodotti richiamati/non approvati.

All’interno dei locali ad accesso controllato il responsabile dell’Officina GMP, in accordo alle GMP, deve comunque prevedere procedure approvate di segregazione per prodotti richiamati/non approvati.

Il controllo accessi fornito e posato è della ditta Codarini di Torino.

Attualmente è installato un lettore di badge per il controllo accessi direttamente alla porta d’ingresso dell’intero Reparto; il secondo punto di lettori badge è in installazione all’ingresso del vestibolo d’accesso al locale produzione FDG, sulla porta del corridoio.

I “pass through” per materiali sono interbloccati  con il sistema Dos&Donts ed equipaggiati di Filtri assoluti H 14 della Ditta Sagi Cofim DVG B

I “pass through” per persone sono sia interbloccati con  il sistema Dos&Donts che in depressione mediante il sistema di controllo Trox  filtrati con filtri assoluti H 14 della ditta FCR.

I materiali utilizzati per realizzare le pareti ed i soffitti,  “ LAMINATO ABET PLASTICO HPL “,

sono conformi alla norma Europea EN 438 – ISO 4586 ed alla ISO 846 per quanto riguarda l’inibizione della crescita delle spore e dei batteri.

Il materiale utilizzato per realizzare le pavimentazioni, “FORBO COLOREX  SD”, ha la certificazione di decontaminazione nucleare DIN 25415 – ISO 8690 (eccellente) , la  resistenza agli agenti chimici EN 423 (eccellente) , le proprietà funghicide e batteriostatiche SNV 195 920 , SNV 195 921 , in piena conformità con le norme GMP così come da dichiarazione del produttore .